Gli incaricati di Comune, Eco.Lan. e Rieco stanno completando la rimozione delle isole ecologiche nei quartieri del centro storico dove in questi giorni è entrata in funzione la raccolta differenziata porta a porta dei rifiuti. Certo, per tracciare un primo bilancio e analizzare le criticità, come ha preannunciato l'assessore Davide Caporale, bisognerà attendere qualche mese, ma il sistema scelto dell'amministrazione comunale (quello cioè di partire solo con alcuni quartieri, lasciando per il momento fuori gli altri) comporta già un primo rischio che potrebbe mettere a repentaglio il buon esito di tutta l'iniziativa. Di cosa parliamo? Del "pellegrinaggio" dei rifiuti, vale a dire della possibilità che i residenti coinvolti nella sperimentazione del porta a porta, scelgano di continuare con il vecchio sistema delle campane stradali, utilizzando però le isole ecologiche di altre strade. Eh sì, perché se è vero che nei quartieri in cui è partito il porta a porta stanno sparendo i…

Guarda tutti i servizi

Sono bastati un paio di giorni di piogge abbondanti e persistenti per riaccendere l'allarme frane in città. Per tutto il fine settimana i tecnici del Comune sono stati impegnati nel monitoraggio di alcuni smottamenti, che hanno destato più di una preoccupazione. La situazione più critica è quella che si è verificata nella zona del Parco Diocleziano, con il crollo di un muro di contenimento sul versante di via del Ponte. L'area era una di quelle classificate a maggior rischio sin dal primo piano di interventi di consolidamento del 2001, ma i lavori eseguiti nel corso degli anni (in capo alla Provincia) non sono mai stati ultimati completamente. Dai primi riscontri, comunque, non ci sarebbero rischi per gli abitanti delle case della zona, ma il timore di nuovi cedimenti resta, anche perché siamo ancora in pieno inverno e le previsioni meteo per i prossimi giorni promettono nuove precipitazioni.  A Madonna del Carmine due famiglie sono state evacuate a causa di un'altra frana che va…

La scuola media D'Annunzio, in occasione della Giornata della Memoria, organizza per domani “Scuola e Shoa: il dovere di ricordare per una società migliore”. L'appuntamento è alle 10.30 nella Sala della Cultura della Chiesa di Santa Rita. “Una mattinata di attività didattiche e culturali sul tema della Shoa – spiegano gli organizzatori – perché se comprendere è impossibile, conoscere è necessario”.  I ragazzi proveranno a interpretare la tragedia dell'Olocausto attraverso immagini, musiche, canti e parole. Il programma prevede un'introduzione del dirigente scolastico Claudio Bosco, cui seguirà una coreografia sulla deportazione degli ebrei, un brano eseguito al piano sui temi di Schindler's List, l'intervento di don Michelino Di Lorenzo e il proclama degli alunni della prima A. La giornata proseguirà con un esperimento scientifico sul “prototipo della razza ariana”. Sono stati invitati il professor Luciano Biondi, docente storia e filosofia del Liceo Scientifico e il maestro Alberto…

Il Consiglio comunale di Fossacesia ha richiesto all’Ufficio Scolastico Regionale l’istituzione di corsi musicali, a partire dal prossimo anno scolastico, nell'ambito del piano di offerta formativa della scuola media della cittadina. “Sosteniamo il progetto di istituzione di corsi musicali a scuola promosso dall’Istituto Comprensivo, perché  ne condividiamo le finalità didattiche ed educative - sottolinea il Sindaco Enrico Di Giuseppantonio  - consentire agli studenti di approcciarsi allo studio ed alla conoscenza di uno strumento musicale è un’opportunità concreta per scoprire se vi sono particolari inclinazioni e propensioni”. I corsi musicali, se approvati, si terranno nelle ore pomeridiane per classi di strumento, già individuate dai docenti di musica dell’Istituto Comprensivo in pianoforte, chitarrra, flauto traverso e clarinetto. “Questo progetto in ambito musicale ha un grande valenza e qualificherà ulteriormente l’offerta formativa della scuola di Fossacesia – aggiunge…

Il Ducato va...e così la Sevel decide di programmare 3 nuove giornate di lavoro extra per sabato 7 febbraio (turno B), sabato 14 (turno A) e una domenica (turno C). Già questo mese, per far fronte alle richieste del mercato, l'azienda - che produce il furgone Fiat e i suoi omologhi a marchio Peugeot e Citroen - aveva deciso altre 3 giornate di straordinario, e anche a marzo potrebbero richiesti altri extra. Si profila dunque un altro anno a pieno regime produttivo, dopo quello appena concluso che con i suoi 230mila mezzi prodotti rappresenta il terzo miglio risultato dal 1981 a oggi. A fronte di un trend positivo, però, resta alto lo scontro sindacale, con le sigle che ribadiscono la necessità di nuove assunzioni (e non del ricorso agli straordinari) per rispondere all'aumento delle vendite dei furgoni. Lo Slai Cobas e l'Unione sindacale di Base hanno già fatto sapere che proseguiranno lo sciopero già proclamato in occasione dei turni supplementari di gennaio, mentre la Fiom Cgil sta…

La festività patronale (per quanto riguarda gli effetti civili) cittadina è stata fissata a lunedì 14 settembre. Lo ha stabilito, con proprio decreto, il Sindaco Mario Pupillo. Per le prossime Feste di Settembre, dunque, gli amanti della Nottata potranno godersi appieno la tradizione e contare su un giorno di vacanza utile per riprendersi dalle "fatiche" dell'Apertura.

Quasi 4000 iscritti, 17 album tematici di più di 1000 foto storiche, 3 visite guidate e la stessa emozione del primo giorno di guardare, attraverso uno schermo e non solo, la splendida Lanciano che fu. E’ diventato questo il gruppo Facebook "Lanciano de ‘na vote" alla vigilia suo primo compleanno. Già, il 24 gennaio 2015, questo gruppo nostalgico e tecnologico insieme, con un po’ di emozione, spegne la sua prima candelina anche se, a pensarci bene, sembra sia sempre esistito. Un anno fa, il gruppo nasceva dalla curiosità di vedere com’era questa Lanciano de ‘na vote, di scoprirla insieme, grazie alla collaborazione di tutti e di provare ad avere la sensazione di “esserci dentro” grazie alle testimonianze di chi effettivamente era presente. “Tanti auguri a tutti noi per questo nostro primo compleanno - commenta Marco Di Biase, ideatore e vera anima di questa combriccola frentana - ho fondato questo gruppo per soddisfare la mia curiosità di conoscere luoghi di Lanciano che non ho…

Straordinaria interpretazione di Milena Vukotic al Fenaroli di Lanciano in “Regina Madre” di Manlio Santanelli che ha sostituito “Le Fuggitive”, commedia prevista nel cartellone di prosa di quest’anno. L’attrice è stata accompagnata sul palco da un convincente Antonello Avallone, che ha anche curato la regia dello spettacolo, conquistando applausi entusiasti a scena aperta. “Regina Madre” è una commedia a due personaggi, ambientata negli anni ottanta in un modesto appartamento in affitto. È stata rappresentata più volte in Italia e in Europa, dove è tuttora in scena in molte nazioni. Il protagonista maschile è Alfredo, un nevrotico cinquantenne reduce da un fallimento matrimoniale e professionale che, dopo aver svolto il lavoro di giornalista senza successo, decide di tornare a vivere con la madre malata, Regina, per occuparsi di lei. Il suo vero intento, però, è quello di scrivere un libro in cui raccontare il percorso degli ultimi giorni di vita dell’anziana signora che, magari,…

“L'impegno di tutti, amministratori e operatori è che qui e altrove non debba più accadere un decesso in barella”. Ha esordito così l'assessore regionale alla Sanità che questa mattina ha voluto fare una breve visita all'ospedale di Lanciano. La triste storia della donna morta al Renzetti prima che le trovassero un posto letto non poteva passare inosservata e non ha lasciato indifferente l'assessore, che ha promesso di tornare la prossima settimana, giovedì o venerdì, per parlare di una serie di questioni relative al nosocomio frentano. “Va ricordato che in questo presidio non si sono mai verificate simili situazioni. I ricoveri si amplificano in questa parte dell'anno e stavolta ancora di più se si considerano le mancate vaccinazioni, ma questo certo non giustifica quello che è successo – ha rimarcato Paolucci – intanto bisogna al più presto attivare gli otto posti letto per emergenze e urgenze. In questi anni i tagli apportati ai presidi per acuti hanno avuto un limite consistente…