Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto
Primo piano
"Non t’azzardà” un progetto per dire no al gioco d'azzardo
download_%281%29%2853%29.jpg
Una inziativa promossa sposato da Confcommercio, dalla Asl di Chieti-Lanciano-Vasto ed all’associazione no profit “Torna il sorriso”
Guarda tutti i servizi

?Le emergenze colpiscono anche gli animali, oltre che le persone, ed è perciò fondamentale sapere come muoversi in caso di calamità o epidemia. E' stato quindi un vero e proprio addestramento quello compiuto dal servizio Sanità animale? della Asl della provincia di Chieti, che ha effettuato un’esercitazione in campo riservata a tutto il personale, sanitario e tecnico ausiliario, che ha preso parte alla simulazione di un allarme determinato da un focolaio di malattia infettiva, altamente contagiosa, e da un terremoto.

L'allarme è scattato alle ore 9.30, orario in cui tutto il personale delle sedi di Chieti, Lanciano e Vasto, dotato di attrezzature e mezzi necessari, si è diretto alla volta del punto di ritrovo stabilito, a Roccamontepiano, in località Montepiano. Sono stati allestiti recinti per il recupero e la custodia di animali come bovini, equini e caprini, ricoveri per animali d'affezione e impiantato un centro veterinario mobile, dotato di attrezzature per il pronto…

Già da qualche tempo i Carabinieri della Compagnia di Lanciano, agli ordini del Capitano Vincenzo ORLANDO, lo stavano pedinando al fine di carpirne meglio le abitudini ed individuare il momento migliore per intervenire.

Ciro Iengo, un pregiudicato 22enne di origine napoletana e domiciliato a Lanciano, che aveva posto in essere una fiorente attività illecita di spaccio operando nei pressi dei giardini di Villa delle Rose e lungo Viale della Rimembranza e via per Fossacesia, dove incontrava i suoi “clienti”, è stato arrestato questa mattina dopo aver ceduto un grammo di cocaina ad un 40enne tossicodipendente del luogo.

Intorno alle 07.00 odierne, infatti, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Lanciano guidati dal Tenente Massimo CANALE, camuffati da podisti  hanno intrapreso un ennesimo servizio di monitoraggio dell’area ed infatti, poco dopo,  hanno individuato il giovane spacciatore che si stava spostando a bordo del suo motociclo nero. Proprio sul Viale delle…

Don Michelino di Lorenzo, il sacerdote insegnante di storia e filosofia e grande amico di tanti giovani nella mattinata di ieri ha subito una brutale aggressione. A renderlo noto, sulla sua pagina Fb i nipoti sconvolti da quanto accaduto.

Don Michele, come noto è amante della natura e dello sport e come spesso accade era intento in una salutare passeggiata fra Fossacesia Marina e Torino di Sangro quando, è stato aggredito e depredato del suo telefonino e dei suoi effetti personali da un giovane in bicicletta di origini africane.
Nostro zio, scrivono i nipoti,  prima é stato strattonato poi preso per un braccio e successivamente buttato a terra . Quella persona di colore, si apprende, da quando ci ha riferito zio aveva un’ira irrefrenabile e soprattutto evocava a gran voce: "Dammi tutto altrimenti ti maciullo" .

Pochi spicci aveva in quel momento, ma all’uomo non sono bastati, voleva di più ed ha arraffato quanto più poteva per poi dileguarsi in bicicletta. 
Il sacerdote, che…

Intorno alle 10 e 30 di questa mattina in contrada Nasuti, una donna di Lanciano, 60 anni, è precipitata in un pozzo, situato in un terreno di sua proprieta, che serve all'irrigazione dei campi. Una tragedia sfiorata per pochi minuti grazie all'intervento tempestivo dei vigili del fuoco che hanno soccorso la signora, già in ipotermia, che si aggrappava disperatamente ad alcuni mattoni nel fondo del pozzo con almeno 4 metri di acqua. Sembrerebbe essere stato il marito ad accorgersi della sciagura che si stava consumando non trovando più la moglie.

Le operazioni di salvataggio non sono state semplicissime, ma alla fine la donna, visibilmente sotto shock, è stata estratta viva e trasportata in eliambulaznza all'ospedale di Chieti.

Ora saranno i Carabinieri a dover accertare come sia finita li dentro.

E' stato sottoscritto questa mattina, nella sede della Regione a Pescara, il protocollo d'intesa tra Regione, Saga, Asl Lanciano-Vasto-Chieti e Asl Pescara, per l'istituzione della centrale unica interaziendale del 118, che sarà ubicata all'interno dell'aeroporto d'Abruzzo.

"Con questo accordo - ha spiegato l'assessore alla programmazione sanitaria Silvio Paolucci (che ha firmato il documento insieme al presidente della Saga Enrico Paolucci e ai direttori generali delle 2 Asl Pasquale Flacco e Armando Mancini) - concretizziamo uno degli obiettivi contenuti nel piano di riqualificazione della sanità regionale, portando il numero delle centrali del 118 da 4 a 2. La centrale unica Chieti-Pescara, nell'ottica del potenziamento della rete di emergenza-urgenza nei territori, migliorerà notevolmente il servizio garantito al cittadino, perché elimina inutili divisioni amministrative tra le 2 aziende sanitarie, facendo risparmiare minuti preziosi nella gestione di patologie tempo-…

  • Pagina 5