Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto
Primo piano
Il mercato scoperto si sposta in via del mare e lancia una raccolta firme
mercato_stand.jpg
Con l’hashtag #IoSonoMercatoScoperto e una raccolta firme gli organizzatori chiedono di tornare in via Monte Maiella
Guarda tutti i servizi

CHIETI. Giulietta Capocasa, avvocato, è il nuovo direttore amministrativo della Asl Lanciano Vasto Chieti. La nomina è stata ufficializzata con delibera del Direttore generale, che le ha conferito un incarico della durata di tre anni.

Diverse e importanti le esperienze maturate nell’alta direzione dalla Capocasa, che vanta una profonda conoscenza dell’organizzazione sanitaria: è stata Direttore generale presso l’Azienda sanitaria di Forlì, e successivamente dell’Area Vasta 5 di Ascoli Piceno e San Benedetto; ha ricoperto il ruolo di Direttore amministrativo nella Asl di Forlì, nell’Azienda unica delle Marche e nella Asl di Chieti, raggiungendo tutti gli obiettivi di mandato. E’ stata anche membro del Consiglio di amministrazione dell’IRST, Istituto Scientifico romagnolo per lo studio e la cura dei tumori.

Esperta in materia di acquisti, è inserita nell’elenco nazionale di candidati a Direttore generale in ambito sanitario.

 

Oggi allo stadio Guido Biondi era di scena la Casolana che occupa le parti basse della classifica e con cui il Lanciano già aveva disputato una gara di coppa Italia. Forse troppa differenza tra le compagini, fatto sta che bastano 30 minuti al Lanciano Calcio 1920 per aggiudicarsi i tre punti in palio

Il Lanciano scende in campo con Perri, Natalini, Scudieri, De Santis, Mastronardi, Avataggiato, Petrone, Verna, La Selva, Sardella, Di Gennaro

L’approccio della gara da parte del Lanciano è quello che ci si aspretta, pressing asfissiante a al limite dell’area di rigore avversaria e la tattica paga subito.

Capitan Di Gennato è lesto ad approfittare di un errore del portiere avversario e quando non ancora c’è stato il primo giro di lancette mette la palla in porta, 1 – 0 e gara virtualmente in discesa per i rossoneri.

Il Lanciano vuole chiudere la gara e spinge ancora, nuovamente Di Gennaro con un tiro in area piccola scavalca il portiere e gonfia la ree per il 2 – 0 del…

LANCIANO. Comprano birra, magari in offerta, in qualche supermercato e poi vanno a festeggiare nello spiazzo dietro l’ex ippodromo di Villa delle Rose, in barba ai divieti di vendere alcolici a ragazzi che, in molti casi, sono anche minorenni. Storie di degrado ed ordine pubblico a Lanciano, in pieno centro, in una zona frequentatissima non solo dai ragazzi ma anche da famiglie. Non è la prima volta che scriviamo di questa situazione, ma ci auguriamo che sia l’ultima.

Le foto parlano chiaro: già il sabato mattina la via che costeggia l’ex ippodromo è piena di cartoni di birra con all’interno bottiglie vuote, senza contare cartacce e vassoi da dolci con all’interno avanzi di vario genere. E ancora, mozziconi di sigarette, siringhe e preservativi. La situazione peggiora, come in questo caso, quando il chioschetto, presente all’interno dell’area, è chiuso. Quando è aperto, infatti, gli inservienti passano per i tavoli a ritirare carte e bottiglie lasciando tutto pulito almeno fino ad…

Torna il morbillo in Abruzzo e in proporzioni maggiori rispetto al resto d’Italia, con un’incidenza più elevata nelle province di Pescara e Chieti: è quanto emerge da una rilevazione effettuata dal Dipartimento Prevenzione della Asl Lanciano Vasto Chieti, che ha monitorato la diffusione della patologia in tutto il territorio regionale nel periodo 2013-2017. In totale i casi sono stati 437, così suddivisi: Asl Avezzano Sulmona L’Aquila 59, Asl Lanciano Vasto Chieti 159, Asl Pescara 201, Asl Teramo 18.

Il dato senza dubbio più significativo riguarda la tendenza che viene disegnata, in netta crescita: i casi registrati nel 2017 sono 252, a fronte dei 167 del 2013. Nel mezzo si colloca il 2014, con 18 casi, mentre i due anni successivi viaggiano con zero casi, quasi a sorpresa. «Non deve stupire il fatto di non aver avuto alcun evento per un certo periodo - spiega Giuseppe Torzi, direttore del Dipartimento Prevenzione - perché le epidemie di solito non sono continue. Ci sono anni di…

LANCIANO. Avrà inizio domenica 7 ottobre 2018, a partire dalle 10, l’avventura del Circolo Tennis Lanciano che parteciperà al suo sesto campionato di serie A2 FIT. La formazione frentana, unica squadra che rappresenta i colori di Lanciano a livello sportivo nazionale, è stata infatti ripescata a seguito della scomparsa del presidente della formazione di Galatina che ha ritirato la squadra in segno di lutto. “Siamo riusciti a tornare a galla – afferma con orgoglio Giancarlo Staniscia, presidente – lo scorso anno non siamo riusciti ad andare avanti per diverse problematiche. Ora siamo pronti a ripartire, con una squadra giovane e tutta proveniente dal nostro vivaio. Il nostro obiettivo è mantenere la categoria.”

La sfida è dunque impegnativa, come ha spiegato il maestro Lello Di Loreto: “Nel campionato ci sono, complessivamente, 28 squadre da tutta Italia. Le giornate sono sei: 3 partite in casa e altre tre in trasferta. Ogni giornata è composta da 4 singolari e 2 doppie, quindi…

  • Pagina 6