Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto
Primo piano
Prometteva cure mediche ed esenzioni dal Tiket se acquistavano medicine dal figlio farmacista
images%2834%29.jpg
Ortopedico ortonese sospeso dall’esercizio della sua professione
Guarda tutti i servizi

E mentre il movimento civico Progetto Lanciano, giovedì primo febbraio, organizza alle ore 17.00, presso l'ex Casa di Conversazione, un incontro dibatto sul tema: TRIBUNALI MINORI QUALE FUTURO? A cui saranno presenti il sindaco  di Lanciano e Vasto Mario Pupillo e Francesco Menna, i Senatori Fabrizio Di Stefano (Forza Italia) e Gianluca Castaldi (Movimento 5 Stelle), Camillo D'Alessandro ( Consigliere Regionale Partito Democratico), il Sottosegretario di Stato per la Giustizia Sen. Federica Chiavaroli , l’ opposizione in consiglio comunale, capeggiata dal capogruppo di Forza Italia Graziella Di Campli, ha preparato una interrogazione sullo stesso tema.

La Di Campli, unitamente a tutti Consiglieri di opposizione, Tonia Paolucci, Paolo Bomba, Errico D'Amico, Gabriele Di Bucchianico, Angelo Palmieri, Riccardo Di Noia, Antonio Di Naccio e Roberto Gargarella, scrive nel documento che, dopo la visita nei mesi scorsi del  Ministro Orlando a Chieti, e le sue parole circa una proposta…

Alle 17.30 di oggi pomeriggio a Casoli,  in località Piano Aventino, si è verificato un incidente mortale.

La vittima è una donna di 82 anni, A.D.M., di Fara San Martino che viaggiava a bordo di una Fiat Marea guidata dal marito che, non si esclude, possa essere stato colto da un malore. Ha perso il controllo del mezzo ed è finito contro una Golf condotta da un uomo. Tremendo il frontale che non ha dato scampo alla anziana. I Vigili del Fuoco, la cui Caserma si trova poco vicino al luogo dello scontro, sono immediatamente intervenuti. Su posto anche il personale sanitario del 118 che ha dovuto prestare le prime cure ad entrambi i conducenti, il marito della vittima e l’uomo della golf, entrambi rimasti gravemente feriti.


 

Dopo il nostro articolo di questa mattina circa l'interrogazione che mercoledì prossimo verrà presentata dalla minoranza sulla chiusura dell'ufficio  di Lanciano (Leggi quì), il sindaco Pupillo ha inviato alla stampa la seguente nota che riceviamo e pubblichiamo integralmente.

" Con nostra grande sorpresa abbiamo appreso dai lavoratori dell'intenzione della società 2I Rete Gas Spa di chiudere la sede di Lanciano sita in via Don Minzoni 32, a partire dal 1° marzo prossimo. Questa eventualità è da respingere in quanto soluzione non condivisa e assolutamente incomprensibile alla luce del servizio che gli uffici del Gas-Metano svolgono a Lanciano da oltre 40 anni grazie alla competenza e all'esperienza dei 16 dipendenti in forza all'ufficio, a garanzia delle decine di migliaia di utenze del territorio e della sicurezza degli utenti stessi.

La paventata chiusura dell'ufficio metterebbe in difficoltà un intero comprensorio, quello Frentano, che verrebbe privato inopinatamente di un…

Mercoledì prossimo a Lanciano consiglio comunale nel quale la minoranza, congiuntamente,  presenterà una interrogazione circa la chiusura degli uffici 2i rete gas.

Gli uffici Gas Metano a Lanciano, si legge nella interrogazione a firma di  Tonia Paolucci, Riccardo Di Nola, Antonio Di Naccio, Graziella Di Campli, Paolo Bomba, Errico D'Amico, Angelo Palmieri, Roberto Gargarella, Gabriele Di Bucchianico, sono presenti da oltre 40 anni con inizio dell'attività come Italcogim,  successivamente  il passaggio a G6 rete gas  ed oggi 2i Rete gas.

Ad oggi l'azienda ha al suo attivo 16 dipendenti di cui 11 impiegati e 5 operativi sul territorio  di Lanciano che gestisce i comuni di: Serramonacesca Roccamontepiano, Pretoro, Rapino, Fara f. Petri, Vacri, Casacantidella, San Martino sulla Marrucina, Guardiagrele, Filetto, Orsogna, Arielli, Poggiofiorito, Canosa Sanniota, Crecchio, Tollo, Miglianico, Castel Frentano e Lanciano per un totale di circa 26000 PDR (utenti).

Lanciano è quindi…

Ladri in azione oggi pomeriggio in Chiesa a Lanciano. Il mercoledì pomeriggio è giorno di pulizie dei locali della parrocchia di Sant’Antonio. Un gruppo di signore, tutte le settimane, mosse da spirito di collaborazione nei confronti della comunità parrocchiale si reca in Chiesa per aiutare il parroco nella pulizia dei locali. Dopo poco si accorgono che due borse erano sparite. “Abbiamo visto entrare delle persone, ma non avremmo mai immaginato che avrebbero ripulito le borse”. Bancomat, documenti e contanti si sono volatilizzati insieme ai personaggi in questione, che sempre dal racconto delle donne sembrerebbero essere “volti noti” dediti ai furti in città.

Le Chiese negli ultimi periodi a Lanciano sono spesso prese di mira da sbandati in cerca di denaro. I parroci li aiutano come possono ma, al primo diniego, vengono minacciati e non ottenendo i soldi appena possono derubano il malcapitato di turno. Spesso i furti non vengono neanche denunciati, i sacerdoti non vogliono…

  • Pagina 8