Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto

Ieri pomeriggio i Carabinieri della Stazione di Borrello, unitamente al Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Atessa sono intervenuti, a seguito di una richiesta di soccorso da parte di una escursionista 35enne modenese, nell’alta Val di Sangro per prestare soccorso ad una donna che aveva richiesto aiuto al 118.

I militari hanno ricevuto l’intervento alla Centrale Operativa della Compagnia Carabinieri di Atessa alle ore 17.30, con visibilità già molto ridotta, ed hanno attivato immediatamente le ricerche tramite la Stazione di Borrello, il cui comandante, ricevute le coordinate geografiche attraverso il sistema del 112 NUE, ha individuato la zona di ricerca e, con la collaborazione del Nucleo Radiomobile di Atessa, hanno delimitato l’area di ricerca nell’ambito della zona boschiva del Comune di Borrello. Lo sforzo dell’Arma, nel breve tempo di un paio di ore è stato premiato dalla localizzazione, grazie alla capillare conoscenza del territorio da parte dei soccorritori, della malcapitata che si era smarrita con la propria autovettura tra i sentieri ed aveva anche il gps in avaria. Per poter agevolare l’avvicinamento ai militari, gli stessi procedevano ad indicare costantemente la loro posizione mediante il ripetuto azionamento dei clacson. Alle ore 20.00 l’operazione di rintraccio andava a buon fine.

Per la escursionista la disavventura si concludeva fortunatamente solo con un po’ di spavento.