Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto

Succede nella nostra. splendida cittadina, meno di un  mese fà, il Sindaco Pupillo insieme alla sua maggioranza approva la tassa di soggiorno. Giustificarono la scelta dicendo che con gli incassi possono finalmente far partire il turismo a Lanciano, dimostrarono invece, di non avere nessuna idea strategica e nessuna programmazione in merito. Ad affermarlo è il il consigliere di minrnza Gabriele di Bucchianico in una nota stampa giunta in redazione proprio nel giorno del seccon no, alla tassa, del sindaco di Fossacesia Enrico di Giuseppantonio.

L’Amministrazione Pupillo, comincia sempre dalle tasse e poi a seguire, forse, eventuali servizi- continua Di Bucchianico- in questi 7 anni, sarebbe stato  meglio non perdere tempo e formulare e realizzare  una vera programmazione turistica, mettere in atto una seria politica di accoglienza e solo dopo, una eventuale tassa di soggiorno.

Pare, invece, incalza,  che a Lanciano questa programmazione sia impossibile e purtroppo i risultati si vedono. Non dobbiamo andare lontano per capire che quando si è amministrati da persone intelligenti dotati di buon senso si può fare la differenza. A Fossacesia per esempio, città nota per la sua attrazione turistica e per il suo mare, sceglie di non attivare la tassa di soggiorno. Sceglie di non inserire una nuova tassa:”la tassa di soggiorno non è il modo giusto per incentivare il turismo......è impensabile introdurre prima una tassa e poi realizzare i servizi “.Allora la domanda è: perchè a Lanciano l’Amministrazione Pupillo decide invece di mettere prima una nuova tassa sebbene i servizi non esistono ancora?

La risposta, scrive in conclusione,  può essere solo una: Lanciano è ostaggio di una amministrazione incapace e superficiale. Sceglie sempre la cosa più semplice da fare.